Ambrogio Stanghellini

Ambrogio ha iniziato a cimentarsi con la fotografia digitale tanti anni fa, con una mitica Mavica, quella preistorica macchina che utilizzava il floppy come supporto di memorizzazione. Poi qualche anno fa, seguendo le indicazioni del suo amico Alberto, ha cercato di fare il salto di qualità con una reflex di ultima generazione. Ahimè le foto le sbaglia quasi sempre. La voglia di migliorare l’ha spinto a seguire le orme di Alberto iscrivendosi al circolo per carpire qualche segreto. Chissà se riuscirà mai a produrre qualcosa di buono!