Giornata di marmotte e via Lattea sul monte Avaro

Eccoci dopo la pausa estiva a raccontare una nuova uscita di gruppo con alcuni soci del circolo (Maurizio Rizzi,Maurizio Zuliani,Alberto Varasi,Mario Poddighe,Andrea Chiodi,Marco Rondi;Marco Pellegrinelli e Sara Nicolosi) programmata nel nostro classico giovedì di ritrovo in sede.

Nonostante le previsioni non proprio ottimistiche decidiamo lo stesso di salire in quota 1800m s.l.m. con l’entusiasmo che avremmo sicuramente trovato ciò che cercavamo…Marmotte!e soprattutto non ancora andate in letargo!
Arrivati sul posto le nuvole facevano da padrone ma durante la giornata qualche spiraglio di sole ci faceva ben sperare…invano.
Abbiamo cominciato a ispezionare la zona per capire quale tana era più frequentata e trovato il buco tattico ci siamo piazzati con cavalletto e obiettivi fiduciosi che prima o poi la marmottona sarebbe uscita ancora e così è stato!Dapprima diffidente poi sempre più confidente fino a uscire tranquillamente dalla sua tana e farsi fotografare quasi come fosse una modella.Tutto questo possibile grazie al nostro fare immobile,silenzioso e rispettoso di un animale selvatico da non disturbare.
Dopo parecchi scatti alcuni di noi sono rimasti lì e altri si sono spostati in una vallata vicina dove c’erano altre tane sperando di poter fotografare il medesimo soggetto ma cambiando sfondo e magari posa.
Calata la luce,e speranzosi nella sparizione delle nuvole per dare posto alla via Lattea che avremmo fotografato dopo cena,abbiamo fatto compagnia ad Andrea mentre montava e spiegava il funzionamento del suo telescopio accoppiato con camera CCD per fotografare i vari corpi celesti.
Quindi ci aspettava la cena al rifugio monte Avaro.
Ormai rassegnati dal tempo avverso ci godiamo la cena a base di prodotti locali e selvaggina fino ad arrivare al caffè ed alla scrupolosa,nonchè brillante idea di Andrea di andar fuori a vedere se il cielo era cambiato;miracolosamente si era aperto tutto!Allora tutti a correre per preparare il necessario!Via i teleobiettivi e zoom per dar posto ai grandangoli!Ed ecco che mentre Andrea setta il suo telescopio,dà indicazioni a noi sul modo migliore per fotografare le stelle e quella via Lattea che ne abbiamo sempre sentito parlare e vista ma mai fotografata.
Ovviamente alti iso,tempi lunghi e diaframma il più aperto possibile ma non sotto il 2.8. Scattiamo e scattiamo fino a quando……tutte le lenti si appannavano!!!!!!!!La troppa umidità,nonostante il cielo si fosse rasserenato,ci creava un altro grosso problema!Ma non ci siamo persi d’animo e tirando notte fonda qualche scatto ne è uscito (soprattutto per Andrea che per fare lunghe esposizioni col suo telescopio si è fermato fino all’indomani!).
Immagine salvata con i settaggi inclusi.

Nebulosa Nord America ripresa con un rifrattore apocromatico 130mm apertura focale 620mm,3 scatti da 10 minuti con filtro  Halfa

cuoreNebulosa Cuore ripresa con un rifrattore apocromatico 130mm apertura focale 620mm,      9 scatti da 10 minuti.

 

 

Soprattutto abbiamo potuto godere ancora una volta della natura,faunisticamente e paesaggisticamente parlando,con una visione diurna e notturna.

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...