LE AQUILE DI GOSTYNIN

1

Gostynin è una località che si trova ad un paio d’ore d’auto a nor-ovest di Varsavia, dove un intraprendente polacco ha creato un carnaio che, durante la stagione invernale, viene frequentato dalle aquile di mare o coda bianca ( Withe Tailed Eagles ).

Fotografare le aquile in quel posto non è difficilissimo ma, innanzi tutto, ci vuole un certo spirito di adattamento. Sveglia alle 5,15 prima (ed unica) colazione alla 5,30 e poi, via verso il capanno, dove bisogna arrivare ben prima che faccia chiaro e dal quale non si può più uscire fino a sera, pena veder andar via tutti i volatili.

Il capanno ha 4/5 postazioni ed è piccolo, freddo e dotato di un solo “vaso da notte”…

Mi sono fermato tre giorni per poter contare sul fatto di trovarne almeno uno con della bella luce.

Però, quando , alle prima luci del mattino, arrivano le aquile l’emozione è grandissima !!!

2

Prima si posano sugli alberi di fronte alla radura e poi cominciano a scendere

3

luci basse, iso e tempi altissimi per poterle fermare

4

poi cominciano a posarsi sul terreno

5

6

si intrattengono con gli altri ospiti

8

si contendono il cibo

9

11

12

si pavoneggiano

19

vanno e vengono

16

fino a sera

18

Grande spettacolo !!!

9 commenti

  • Ciao Mauro ti devo ringraziare per questo magnifico racconto… mi hai aperto il cuore e fatto vivere questo momento, ti parlo così per il semplice fatto che a gennaio 2016 parto insieme a Bruno de Faveri proprio per quella destinazione…..
    Mi sembrava di essere già li… in mezzo alle aquile…. mamma mia che pelle d’oca…… grazie mauro!!!!!
    Ps. con che lente le hai fatte? per regolarmi cosa portare.
    grazie ancora!!!!!

  • Ciao, io non amo molto le forzature in natura…
    capanni e carnai, per me sono un pò la linea di confine.. certo è che se si vuole scattare a “certi soggetti”.. o cosi.. o difficilmente si potranno fare fotografie come queste.. per gli scatti, tutti belli, il soggetto è bellissimo e vale sicuramente il viaggio e la scomodità del capanno..
    le più belle, secondo me, le ultime due… la luce calda.. fa la differenza.. l’ultima, poi, quella piumetta che vola via.. una chicca..
    complimenti ancora per gli scatti, il racconto.. e grazie di averlo condiviso..

  • Matteo, grazie !
    Le foto le ho scattate con il 500, qualche volta montato su una full frame, altre su una una aps-c. In qualche caso l’ho trovato un po’ troppo lungo…

  • Maxim, grazie anche per questo commento.
    Certo carnai e mangiatoie sono un po’ al limite. Però c’è anche da dire che così non si disturbano più di tanto gli animali.
    Le aquile, superata la stagione invernale se vanno libere come il vento e ritornano solo l’anno successivo.
    Secondo me, peggio sarebbe andarle a cercare nel loro ambiente, magari avvicinandosi troppo al nido…
    Mauro

  • Discorso un pò complicato per la mia formazione di fotonaturalista. Sulle foto nulla da dire immagini realizzate con tecnica sopraffina, come si dice “il manico c’è”. Altro discorso sulla location e sulla scenografia; sono vicino a Max, non amo particolarmente questi posti dove trovi il “tutto pronto” e si passano ore e ore chiusi nei capanni con accanto altri fotografi con foto inevitabilmente tutte uguali (quante ne vedo nei concorsi in cui sono giurato!!). La scenografia è accuratamente preparata senza alcun elemento di disturbo tipo erba rami altro; gli animali attirati con il cibo (un pò come si fa con le poiane nostrane). Preferisco di gran lunga i “miei” grandi spazi africani dove è vero che le opportunità ci sono, ma in defintiva gli animali li devi cercare e soprattutto, con pazienza e perizia li devi seguire, situazioni che a mio parere configurano la vera fotografia naturalistica. Il più delle volte, erba, altri esemplari, rami ecc. disturbano la scena ma tant’è quella è la realtà che ho visto e quella sarà la foto con intervento in post ridotto al minimo.

  • gabrielepagliari

    Le foto sono tutte splendide ed i soggetti fotografati altrettanto.
    Anch’io però sono d’accordo con Max e Paolo e preferisco fotografare i soggetti liberi in natura senza l’intervento umano.

  • Dennunzio_Roberto

    bellissimo soggetto e altrettanto belli scatti complimenti…. quella impreziosita dalla piuma è quella che preferisco!

  • Veramente tutte eccezionali !!!!

  • vorrei sapere io ho una nikon d 5200 e un 200-550 con posso fare una buona foto a questo maestoso uccello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...