… i gruccioni dell’Adda …

.. ed eccoci qui, a raccontare, anche quest’anno, i “Gruccioni”… questi splendidi volatili che sembrano finti, ricamati, nella moltitudine di colori che sfoggiano sulla loro livrea…

gruccioneaddabellissimos

da Wiki… Il gruccione, nidifica in buona parte dell’Europa meridionale, con qualche sporadica colonia anche più a nord, Asia centrale e occidentale e lungo le coste mediterranee dell’Africa dal Marocco alla Tunisia. Sverna in alcune zone dell’Africa subsahariana, mentre nell’Africa meridionale è stanziale.
Abita in ambienti aperti con vegetazione spontanea e cespugliosa con alberi sparsi e tralicci, presso corsi fluviali, boschi con radure, oliveti. Durante le migrazioni è frequente anche in zone umide e litorali. In Italia le colonie di nidificazione sono numerose, concentrate quasi esclusivamente in pianura e collina. La specie è molto numerosa nella pianura Padana, lungo la costa adriatica, in Toscana, Umbria, Lazio e nelle isole. Arriva tra la fine di aprile e maggio per ripartire ad agosto inoltrato.

anche quest’anno sono arrivati, e per “noi poveri fotografi della domenica”, che non possiamo certo andare  a fotografarli in Africa, comincia a picchiare un martello nella testa … “si deve fotografare il gruccione”.. “si deve fotografare il gruccione”… e cosi, cominciano le telefonate, le ricerche su siti di fotografia e di Birdwatchwing per capire quando “arriveranno”… sono a Grosseto, sono a Parma, sono a Cremona… e poi finalmente… sono qui, li hanno visti a…..

gruccioneaddabellissimicoppias

e questo è il racconto di un pomeriggio in compagnia del buon Fabio, ottimo conoscitore, anche dei suddetti, che mi ha offerto, il “lato buono del capanno”…

questa coppia, ne ha fatte di tutti i colori, peccato che si posasse su un rametto con le foglie, ma questa è la natura, mica sono allo zoo…

gruccioneaddacoppiatralefoglies

ad un certo punto, il maschio è partito alcune volte a caccia, purtroppo la velocità di stacco, mi faceva perdere il fuoco sul soggetto, questa è l’unica immagine, che ho deciso di tenere con la partenza a razzo…

gruccioneaddacoppiatralefogliestaccos

dopo alcune performance, da Top Gun, il nostro eroe ha deciso che oramai era ora di pensare alle nuove generazioni, e cosi, senza tante storie, ha fatto quello che gli pareva… mi ha impressionato la grinta con cui puntava il suo becco sulla nuca della femmina, la natura è sempre una scoperta…

gruccioneaddacoppiatralefoglieaccoppiamentotres  gruccioneaddacoppiatralefoglieaccoppiamentos

gruccioneaddacoppiatralefoglieaccoppiamentodues

anche in questo caso le foglie della pianta disturbavano un pochino, ma non fa niente, solo per il fatto di aver assistito a questo, ne è valsa la pena, foto “ambientate” o meno…

dopo aver dato libero sfogo, se ne andato, e “lei” si è messa a grattarsi il collo… boh, forse non è che abbia gradito molto…

gruccioneaddagrattatinas

per finire la giornata, il “rigurgito”, ad i più questa foto, non dice niente, anzi, magari fa anche schifo,ma chi conosce la natura, sa che questo è un colpaccio, il rigurgito, di un uccello, non è foto scontata, è un momento, difficile da vedere e ancora di più da fotografare, ed io e fabio, abbiamo avuto questa fortuna…

gruccioneaddarigurgitos gruccioneaddarigurgito2s

gruccioneaddarigurgito3s

che chiedere ancora… in verità ancora “uno scatto” lo vorrei per questa “stagione”, è una situazione particolare, “il dono”, spero di riuscire a beccarlo, prima che i nostri “eroi” ripartano verso la loro casa…

mi scuso per le luci ed i colori delle fotografie, il sole, andava e veniva, avevo situazioni di  luce forte, o nuvole, ho dovuto usare tempi, “non sicuri” o veloci e senza luce, ma non fa nulla, sono contento lo stesso, anche quest’anno i miei coloratissimi e rumorosissimi amici, mi hanno dato qualche ora di soddisfazione… un grazie a San Fabio per la dritta…

gruccioneaddastaccos

Massimo

15 commenti

  • ciao, questa bella storia, ha purtroppo una brutta fine… quando siamo andati io e fabio, con tutte le precauzioni del caso, il gruppo era abbastanza numeroso, la voce che ci fossero, era ancora, “incerta” e girava tra gli “addetti ai lavori”, dopo qualche giorno, due o tre, su un “noto” sito di Birdwatching, il “luogo di nidificazione” è stato reso pubblico”… a tutti… sabato scorso, purtroppo, dei “FOTONATURALISTI” non degni, almeno del suffisso naturalista, ha piantato capanni, tende e reti, perfino un furgone, sulla riva dove c’erano i nidi… risultato, sono rimasti 4 o 5 gruccioni… gli altri spariti… e quel che è peggio, e NON spero, avessero già deposto le uova, altrimenti, grazie a questo branco di deficienti, la covata di quest’anno è andata persa…
    spero che l’anno prossimo NON tornino li, ma trovino un posto dove, nessuno gli rompa le palle, ma cosi facendo, le fotografie rimarranno un ricordo, e sarà sempre più difficile vederli e sentirli nel loro vociare frenetico…
    Massimo
    PS sono molto triste e pure incazzato

  • Bello il racconto ,e so cosa vuol dire quando tu ti preoccupi di u posto, lo curi,lo tratti con i guanti ,,,poi arriva il deficiente di turno che per una fotografia e disposto a tutto, come quello giù a fontanellato che per scattare ai gufi… E andato con la jeep in mezzo al campo e con i flash ne ha stordito uno….. Di storditi ce ne sono parecchi in giro ,ed e grazie a loro che le specie di uccelli in Italia stanno così vicino che per fotografarli serve un bazooka dell’osservatorio di brembate….

  • Complimenti, ottimo il racconto ma le foto lo sono molto di più ! anche quelle sul rametto sono bellissime.

    Mi piange il cuore per questi ultime news che ci fornisci a riguardo, purtroppo continuerà a crearsi un solco sempre maggiore tra i fotografi e i naturalisti, ed è comprensibile, nonostante io continui a pensare che se le due categorie iniziassero a collaborare in non molto tempo si potrebbero ottenere anche degli ottimi risultati.

  • Le foto sono bellissime, specie quelle dell’accoppiamento e del rigurgito.
    Mi spiace tantissimo per la notizia sull’invasione del sito da parte di fotografi sprovveduti.
    Io su suggerimento di Fabio non ho rivelato a nessuno il luogo di nidificazione proprio per evitare fatti del genere.
    Giovedì se riesco faccio un giro per vedere se la situazione e’ tornata alla normalita’
    ciao
    Valentino

  • Qualcuno in privato mi ha fatto presente che questo reportage e queste fotografie sono degne dei lavori del VATE. Ebbene ti dico che sono onorato di essere stato accostato a cotanta bellezza. Splendido il racconto arricchito da dati scientifici, splendide le foto con i gruccioni fra i rami e il verde, veramente non saprei quale scegliere. TOP TOP SHOT per tutte!! Eccellente lavoro caro CONTE una vera delizia per gli occhi.

  • un racconto così bello meritava di esser vissuto quando oltre ai gruccioni (60 e più), c’erano topini e rondini nidificanti.
    andavo con la mia compagna di domenica ed eravamo solo noi a godere di quello spettacolo in esclusiva.
    come Max spero che cambino luogo di nidificazione
    p.s. Valentino.. ma non ti sei accorto che si sono dimezzati rispetto all’anno scorso

  • Sono stato sull’Adda 2 volte nella stessa settimana (la domenica e poi giovedì 23 Maggio).
    La prima volta c’era brutto tempo ed i gruccionio erano dispersi dal ponte fino al sito di nidificazione , la seconda volta ce n’erano alcuni al ponte alti sugli alberi mentre la maggior parte stava vicino ai nidi, erano tantissimi e occupavano tutta la scarpata, mi sembravano addirittura di piu’ dell’anno passato.
    Ciao
    Valentino

  • erano di passaggio, i nidi buoni sono 7, ..forse.
    penso che il grosso abbia nidificato nei campi

  • Quando sono andato io si stavano formando le coppie e molti gruccioni erano intenti a scavare i nidi,non ho controllato il sito per non dare fastidio. mi sono chiuso subito nel capanno e mi sono spostato in un altra posizione solo quando la luce non era piu’ gestibile
    Mi sono arrivati a 50 cm sotto il capanno in posizione non utile alla foto ed hanno accettato un posatoio a due metri scarsi, poi sono arrivati i soliti ciclisti e passanti e la festa e’ finita ma ormai non avevo piu’ memoria a disposizione
    Ciao
    Valentino

  • ciao, grazie a tutti per i commenti, sono molto contento che le immagini vi siano piaciute….Samuele, vengo sicuramente a fare un giro sul tuo blog, a vedere i tuoi scatti ed i tuoi racconti… non ho altre notizie del sito di nidificazione dei gruccioni, ma le foto che ho visto, di sabato, sono proprio deprimenti… mi auguro, che ritornino, Valentino, se vai a fare un giro, facci sapere.. intanto teniamo guardato “il noto sito di birdwatching”…
    grazie ancora a tutti
    Massimo

  • una piu bella dell’altra!!non vedo l’ora di poter fotografare qualcosa di simile!! non sò perchè quando alla morosa ho detto che voglio fotografare uccelli si è messa a ridere… ma…. 🙂 per i fotonaturalisti rimane il solito detto…… la mamma dei cretini è sempre gravida………..

  • Che bel racconto Massimo!!! Mi hai emozionato, nel bene prima e nel male dopo. Sono esserini bellissimi, spero che non abbiano ancora deposto le uova se no sarebbe un mezzo disastro ambientale… e tutto per fare due foto quando in giro se ne trovano quante se ne vogliono!!! La massificazione è sempre un grosso problema, 10 persone non possono avvicinarsi con cautela a un luogo ” di natura” … perfino gli incursori dei NavySEAL hanno squadre di 3 massimo 4 elementi per agire in ricognizione e sono super-addestrati al più totale silenzio, figurati che casino possono piantare delle persone, birdwatcher o fotografi che siano , che vanno tutti assieme a passarsi il weekend!!!! Ma c’è ancora una speranza, che si siano solo allontanati nel weekend e che adesso possano tornare. Le foto sono fantastiche ;Massimo, sei un grande!!!

  • Claudio Flammini

    Quest’anno i gruccioni sono venuti a trovarmi a casa,questi magnifici volatili dai colori bellissimi hanno nidificato davanti alla mia abitazione,hanno fatto un buco in un muro di terra all’altezza di circa 3 m da terra.

  • L’ha ribloggato su Br1 – Bruno Rocchie ha commentato:
    Meraviglia- arcobaleno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...