GHIANDAIE AFRICANE

Uno dei volatili più fotografati perchè comune e non timoroso. Diffusa soprattutto in Kenya e Tanzania, la si può ritrarre da vicino in quanto spesso staziona su siepi e posatoi naturali a bordo pista.

La Ghiandaia marina europea Coracias garrulus (Euopean roller) è uno degli uccelli più appariscenti che vivono e si riproducono nel vecchio continente. Il piumaggio ha colori decisi e marcati, dal castano al verde al turchese. La popolazione europea risulta nidificante e interamente migratrice. Lo svernamento avviene nell’Africa tropicale, specialmente nella parte orientale del continente. Sui nostri cieli la specie ritorna con l’arrivo della primavera, quando inizia la nidificazione.

La Ghiandaia marina pettolilla Coracias caudata (Liliac breasted roller) è diffusa nell’Africa a sud del Sahara. Predilige le savane alberate e le foreste rade, mentre evita le aree prive di alberi. Il piumaggio ha colori vivacissimi. Come altre ghiandaie marine, la pettolilla è solita posarsi in cima agli alberi per osservare il terreno in cerca di prede, insetti, scorpioni, lucertole, piccoli uccelli e roditori. Costruisce il nido nei cavi degli alberi e la femmina vi depone 2-4 uova, che entrambi i genitori difendono ferocemente, arrivando ad attaccare anche i rapaci.

ghiandaia (1)                ghiandaia (2)

ghiandaia (3)                ghiandaia (4)

ghiandaia (5)                ghiandaia (6)

ghiandaia (8)                ghiandaia (7)

10 commenti

  • Belle e bravo il faldonista…. Un po’ impastate…

  • Ma va “ciaparat” forse fra vent’anni farai foto così!!!!! L’impastato è tuo martino come dice il MAX e più lo guardo più lo associo ad una bella amatriciana!!!!!! Mettiti a dieta che il Sigma non avrà mai la resa del Nikon!!!!!

  • Lorenzo Zuntini

    Maffioletti mi fai morire, cazzo! Complimenti Lorenzo Zuntini

  • bellissime e ottima descrizione… l’unica cosa non capisco nelle foto quale è la garrulus e quale la caudata ! 😛

  • ottima discrizione e bellissime foto. su tutte preferisco l’ultima. ha una luce fantastica.
    cassinet. “petto lilla” e l’identificazione è fatta.

  • Caspita che successo le ghiandaie. Lorenzo come dici tu “le puoi fare in tutte le salse” almeno le europee, un po’ meno le petto lilla che sono più rare e schive, però bisogna andare laggiù. Visto che piace il tema farò i compiti e preparerò altre piccole schede di specie endemiche. Alla prossima!!!

  • ciao “vate”… qui scatta inequivocabilmente, guarda che parolone, la differenza tra un bravo fotonaturalista e noi “apprendisti”… la descrizione è molto ben fatta, sembra che tu le conosca molto bene… le fotografie sono splendide… la più bella è sicuramente l’ultima… colori e dettagli da invidia…mi piace molto anche la terza, tutta arruffata… che dire, va bene che “li è più facile”, ma le fotografie, bisogna saperle fare…. bravo Paolo, aspettiamo altre schede…

  • ottimi scatti , concordo con maffioletti , glielo avevo detto anch’io a matteo che il sigma non avrebbe avuto la stessa resa ,gli avevo consigliato il 200-400 VR II non mi ha dato retta, eppure di scatti miei ne aveva visti soprattutto con il 2XIII è la resa era ottima …….ancora complimenti x gli scatti della ghiandaia

    saluti carlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...